Farmacie

Orari Farmacie

Luoghi di Culto

Orario Messe

QUALIANO. Sala gremita, ieri sera, in Piazza D'Annunzio a Qualiano, per salutare la nascita della Pro Loco cittadina. Al tavolo di Inaugurazione Pro Loco Qualiano Gaudianumpresentazione il presidente Giuseppe Ricciardiello ha illustrato i progetti a breve e lungo termine della neonata associazione. “Siamo partiti con l'enciclopedia web Wikipedia - ha annunciato Ricciardiello- inserendo i nomi di alcune personalità storiche qualianesi come Monsignor Savarese, il Canonico Migliaccio e l'aviatore Sgariglia. Continueremo in questo senso perseguendo la mission insita all'associazione di promuovere la storia del territorio, le sue tradizioni religiose, civili ed enogastronomiche, facendo rete con le associazioni cittadine”. E proprio le associazioni hanno salutato positivamente la nascita della Pro Loco Qualiano Gaudianum. In sala presenti i componenti della Feder Caccia cittadina, presso la cui sede si è tenuta la conferenza stampa di inaugurazione; i comitati relativi ai culti religioso della Madonna dell'Arco e della Madonna del Carmine e la cittadinanza tutta accorsa per incontrare il nuovo direttivo del sodalizio qualianese. A dar rilievo alla collaborazione con le associazioni uno dei soci fondatori e già parte attiva delle passate Pro Loco, Carmine Ranucci che ha sottolineato “l'importanza della collaborazione continuata per garantire lo sviluppo delle idee atte a promuovere il territorio qualianese”. “Bisogna – ha detto Ranucci- proiettarsi al futuro mantenendo sempre uno sguardo al passato storico cittadino”. 

In quest'ottica ieri sono stati ricordati i 150 della fondazione del comune di Qualiano, festeggiati nel 1986. “Tra due anni- ha dichiarato il presidente Ricciardiello- si festeggeranno i 180 anni del comune di Qualiano ed è ancora vivo in noi il ricordo dei festeggiamenti dei 150 anni, con le numerose attività ed iniziative messe in campo dall'allora sindaco Stefano Morgera (presente in sala, ndr) con l'inno scritto per Qualiano dal maestro Giuseppe Corradino”. Ma la Pro Loco partirà a breve con diversi progetti messi già in campo. “Uscirà presto un bando di concorso- ha annunciato la vicepresidente Pro Loco, Alessandra Righi- per le scuole elementari cittadine in cui si chiederà ai bimbi di raccontarci della loro Qualiano, di quel che vorrebbero nel loro paese e delle loro idee per il cambiamento”. “Un altro progetto- ha spiegato lo storico qualianese, il prof Davide Morgera- riguarderà la targa da affiggere in via Camaldoli presso quella che fu l'abitazione del compianto Monsignor Savarese, ed una serie di quaderni storici cittadini in cui raccoglieremo quanto di nuovo stiamo scoprendo su Qualiano perché- ha chiosato Morgera- c'è ancora tanto da sapere, di storico, sul nostro comune”.

I saluti finali sono stati del primo cittadino Ludovico De Luca che ha “salutato positivamente la nascita della Pro Loco Qualiano Gaudianum, plaudendo “all'iniziativa dei soci fondatori ed al direttivo” ai quali ha “garantito sostegno fattivo per ogni iniziativa che vorranno mettere in campo atta a promuovere Qualiano”. Ai presenti tutti, prima di scoprire la targa dell'associazione, sita in Piazza D'Annunzio 23, è stata donata una foto raffigurante proprio il monumento ai caduti di Piazza D'Annunzio nel 1930. Nel brindisi finale il presidente Ricciardiello ha inoltre annunciato l'inizio ufficiale del tesseramento per affiliarsi alla neonata Pro Loco, con un costo annuale di 10 euro per gli iscritti dai 18 ai 25 anni e 20 euro per chi supera i 26 anni. Il tesseramento avverrà ogni sera, dalle 19, presso la sede Pro Loco Qualiano Gaudianum